~ Commenta per primo

Decreto Ristori, Novità su Bonus e Incentivi per la Ristorazione

Ultimo Aggiornamento21 Nov 2020

Decreto Ristori, Novità su Bonus e Incentivi per la Ristorazione

Momenti difficili ci aspettano e iniziano a concretizzarsi con i primi provvedimenti restrittivi legati alla seconda ondata del Covid-19. Il DPCM del 25 ottobre 2020 impone a bar e ristoranti di chiudere alle 18… Il 6 novembre scatta la suddivisione regionale in aree.

Vediamo, partendo da un riepilogo delle precedenti opportunità, quali bonus, agevolazioni sono stati decretati sin ora, nel settore della ristorazione e dell’accoglienza. Interpelliamo la specialista: il dottore commercialista Angelica Montagner.

Aiuti per Ristorazione e Agro-Alimentare

Il periodo è complesso, norme e provvedimenti governativi si susseguono nel tentativo di controbattere la diffusione della pandemia di Covid-19.

Abbiamo proposto idee e strategie per reagire alla situazione, discutendo di digitalizzazione dei Menù, di tecnologia applicate alla gestione del ristorante, di bonus e agevolazioni per il mondo della ristorazione, con il dottore commercialista Angelica Montagner.

Proponiamo, oggi, un riepilogo con gli aggiornamenti relativi ai ristori, ricordando che le nuove 3 Aree di Rischio per le Regioni entrano in vigore dal 6 novembre. Si prevedono prossimi sostegni per le imprese costrette in lockdown.

Approfondiremo man mano con aggiornamenti questo stesso articolo.

Ristori Ter (3)

Il 21 novembre 2020 è arrivato il via libera del Consiglio dei ministri al decreto Ristori ter, che finanzia nuovi aiuti per circa 2 miliardi di euro per far fronte alla crisi economica, conseguenza della pandemia di coronavirus.
Si interviene con un ulteriore stanziamento di risorse (1,95 miliardi di euro), destinato al ristoro delle attività economiche interessate, direttamente o indirettamente, dalle misure disposte a tutela della salute, al sostegno dei lavoratori in esse impiegati, nonché con ulteriori misure connesse all’emergenza in corso.
Il testo prevede anche l’incremento di 1,45 miliardi, per il 2020, della dotazione del fondo previsto dal decreto Ristori bis (decreto-legge 9 novembre 2020, n. 149) per compensare le attività economiche che operano nelle Regioni che passano a una fascia di rischio più alta (esempio la zona rossa).

Viene istituito un fondo di 400 milioni di euro, per i Comuni, per misure urgenti di solidarietà alimentare
Dopo il via libera delle Camere, si inizierà a lavorare al prossimo decreto Ristori quater.

Ristori Bis

Appena pubblicato il nostro articolo, abbiamo raccolto ulteriori informazioni relative al Ristori Bis. Abbiamo deciso di aggiornare costantemente questo post, per fornirvi di ora in ora le nuove opportunità per il mondo dell’accoglienza e della ristorazione.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il c.d. Decreto Ristori bis che stanzia ulteriori risorse per tutelare imprenditori e lavoratori.

In estrema sintesi i nuovi provvedimenti:

  • Sospensione dei contributi previdenziali per il mese di novembre su tutto il territorio nazionale. I datori di lavoro delle zone arancioni e rosse possono invece beneficiare della sospensione dei versamenti anche per il mese di dicembre.
    I contributi sospesi dovranno essere versati entro il 16.03.2021, anche a rate;
  • Incrementato il contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Ristori e ampliato l’elenco dei settori economici;
  • Contributo per le attività con sede nei centri commerciali e per le industrie alimentari;
  • Credito d’imposta locazioni e affitti esteso ai mesi di ottobre, novembre e dicembre per le imprese che operano nelle zone rosse e che svolgono un’attività per la quale è previsto il riconoscimento del contributo a fondo perduto;
  • I soggetti la cui attività è stata sospesa possono beneficiare della sospensione dei versamenti delle ritenute alla fonte e dei pagamenti Iva per il mese di novembre.
  • I soggetti Isa interessati alle nuove limitazioni che operano nelle zone rosse possono beneficiare della proroga al 30 aprile 2021 del pagamento della seconda rata dell’acconto Ires, Irpef e Irap, indipendentemente dall’intervenuta riduzione del fatturato;
  • Alle imprese che rientrano tra i beneficiari del nuovo contributo a fondo perduto e che operano nelle zone rosse è riconosciuta la cancellazione della seconda rata Imu, a condizione che i proprietari degli immobili siano anche gestori delle attività;
  • Il Decreto Ristori bis prevede la totale decontribuzione, anche per il mese di dicembre, a favore delle imprese interessate dalla decontribuzione riconosciuta dal Decreto Ristori, attive nei settori della filiera agricola, della pesca e dell’acquacoltura.

Intervista

Bentornata Angelica e grazie per sostenerci in queste nuove analisi. Dopo un’estate forse poco attenta, ci ritroviamo nuovamente ad affrontare situazioni complesse. Quali sono gli aiuti recentemente varati dal Governo?

Angelica Montagner: Buongiorno Nicoletta, grazie per aver pensato a me in questo intervento di aggiornamento sulle agevolazioni per i ristoratori, albergatori e operatori del turismo.

Voglio iniziare con una breve carrellata di quelle che sono state le agevolazioni concesse sino al mese di settembre 2020. Ne avevamo già accennato nella precedente intervista. Un breve elenco riassuntivo:

  • Credito di imposta sulle locazioni, pari al 60%.
  • Finanziamenti a tassi agevolati.
  • Tax credit vacanze.
  • Agevolazioni previste dalle singole Regioni.
  • Proroga del versamento del secondo acconto delle imposte al 30 aprile 2021, per chi ha una riduzione del fatturato di almeno il 33% nel 1° semestre 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019.
  • Contributo a fondo perduto per imprese della ristorazione (acquisto di prodotti, inclusi quelli vitivinicoli, di filiere agricole e alimentari, anche DOP e IGP, valorizzando la materia prima di territorio). Il contributo spetta a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2020 sia inferiore ai 3/4 del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2019. Il predetto contributo spetta, ai soggetti che hanno avviato l’attività a decorrere dal 1° gennaio 2019.
  • Contributo per esercenti ubicati nel centro storico di città turistiche.
  • Crediti di imposta per la sanificazione e l’adeguamento dei locali alle nuove norme sul distanziamento. Occupazione del suolo pubblico fino al 31 ottobre 2020.

A seguito dei nuovi provvedimenti di limitazione dell’orario di apertura, previsti dal Governo nel mese di ottobre 2020, è stato poi emanato il c.d. Decreto Ristori, pubblicato in G.U. il 28 ottobre u.s. che prevede nuovi interventi compensativi del mancato guadagno per le attività colpite da detti provvedimenti.

Contributo a Fondo Perduto

Il Decreto Ristori prevede, in primis, il riconoscimento di un contributo a fondo perduto a favore dei soggetti esercenti specifiche attività di settori economici oggetto delle limitazioni previste dell’ultimo DPCM emanato per il contenimento dell’emergenza Covid-19.

Il contributo spetta, in generale, in presenza di una riduzione del fatturato / corrispettivi del mese di aprile 2020, rispetto al mese di aprile 2019, ed è erogato dall’Agenzia delle Entrate:

  • Automaticamente – a favore di coloro che hanno già beneficiato del contributo a fondo perduto previsto dal c.d. “Decreto Rilancio”.
  • A fronte di una specifica domanda – a favore di coloro che non hanno presentato la richiesta per il predetto contributo. Tale possibilità riguarda, tra l’altro, i soggetti con ricavi / compensi 2019 superiori a € 5 milioni, in precedenza esclusi e ora ammessi al beneficio.

Soggetti che hanno già beneficiato del contributo a fondo perduto riceveranno un importo parametrato a una percentuale di quanto già percepito in precedenza… Ne parliamo tra pochissimo.

Bonus Ristori e Codici ATECO

Eccovi alcune indicazioni sulle modalità da seguire per richiedere e ottenere il bonus relativo alle recenti disposizioni governative. I ristori seguiranno un doppio binario:

Per chi lo ha già percepito in precedenza, l’indennizzo sarà automatico e arriverà via bonifico su conto corrente da parte dell’Agenzia delle entrate “entro il 15 novembre”.

Per gli altri, l’Agenzia riaprirà il canale per le istanze e il ristoro arriverà, nelle intenzioni, entro la metà di dicembre.

Di seguito riportiamo le tipologie di attività cui si applicano i diversi coefficienti di incremento. Successivi decreti del ministro dello Sviluppo economico, di concerto con quello dell’economia, potranno aggiungerne ulteriori.

Codice ATECODescrizione% Ristoro
93.29.10Discoteche, sale da ballo night-club e simili400%
49.39.01Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano200%
56.10.11Ristorazione con somministrazione200%
56.10.12Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole200%
56.10.42Ristorazione ambulante200%
56.10.50Ristorazione su treni e navi200%
56.21.00Catering per eventi, banqueting200%
59.13.00Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi200%
59.14.00Attività di proiezione cinematografica200%
74.90.94Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport200%
77.39.94Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi200%
79.90.11Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d’intrattenimento200%
79.90.19Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca200%
79.90.20Attività delle guide e degli accompagnatori turistici200%
82.30.00Organizzazione di convegni e fiere200%
85.52.09Altra formazione culturale200%
90.01.01Attività nel campo della recitazione200%
90.01.09Altre rappresentazioni artistiche200%
90.02.01Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli200%
90.02.09Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche200%
90.03.09Altre creazioni artistiche e letterarie200%
90.04.00Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche200%
92.00.09Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo)200%
90.04.00Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche200%
92.00.09Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo)200%
93.11.10Gestione di stadi200%
93.11.20Gestione di piscine200%
93.11.30Gestione di impianti sportivi polivalenti200%
93.11.90Gestione di altri impianti sportivi nca200%
93.12.00Attività di club sportivi200%
93.13.00Gestione di palestre200%
93.19.10Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi200%
93.19.99Altre attività sportive nca200%
93.21.00Parchi di divertimento e parchi tematici200%
93.29.30Sale giochi e biliardi200%
93.29.90Altre attività di intrattenimento e divertimento nca200%
94.99.20Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby200%
94.99.90Attività di altre organizzazioni associative nca200%
96.04.10Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali)200%
96.04.20Stabilimenti termali200%
96.09.05Organizzazione di feste e cerimonie200%
55.10.00Alberghi150%
55.20.10Villaggi turistici150%
55.20.20Ostelli della gioventù150%
55.20.30Rifugi di montagna150%
55.20.40Colonie marine e montane150%
55.20.51Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence150%
55.20.52Attività di alloggio connesse alle aziende agricole150%
55.30.00Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte150%
55.90.20Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero150%
56.10.30Gelaterie e pasticcerie150%
56.10.41Gelaterie e pasticcerie ambulanti150%
56.30.00Bar e altri esercizi simili senza cucina150%
49.32.10Trasporto con taxi100%
49.32.20Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimesse con conducente100%

Aziende che Non Hanno Fatto Domanda

I soggetti che non hanno presentato la domanda, ai fini del contributo a fondo perduto, determinano il beneficio applicando una specifica percentuale (20% – 15% – 10%), individuata in base ai ricavi/compensi 2019, alla differenza tra il fatturato/corrispettivi del mese di aprile 2020 e il fatturato/corrispettivi del mese di aprile 2019 e moltiplicando poi il risultato per la % prevista relativamente al codice ATECO di appartenenza.

Ricavi / Compensi 2019% Applicabile
non superiori a € 400.00020%
superiori a € 400.000 e fino a € 1.000.00015%
superiori a € 1.000.00010%

Ritengo utile fare un esempio per meglio spiegare quanto sopra.

ESEMPIO
Hotel (codice ateco: 55.10.00) con i seguenti parametri:

Fatturato Aprile 2019 → € 400.000
Fatturato Aprile 2020 → € 50.000
Ricavi 2019 → € 5.500.000

Poiché i ricavi dell’anno 2019 erano superiori a € 5.000.000, il contribuente non ha potuto richiedere il fondo perduto previsto dal Decreto Rilancio.

Sulla scorta del fatto che il fatturato di aprile 2020 è inferiore ai 2/3 del fatturato di aprile 2019, ora potrà richiedere il nuovo contributo come segue:

Delta (Δ) Fatturato → (400.000 – 50.000) = € 350.000
Contributo → (350.000 x 10% x 150%) = € 52.500

N.B. Il contributo previsto dal Decreto Ristori non è tassato ai fini delle imposte dirette.

Cassa Integrazione
La cassa integrazione ordinaria e in deroga, cioè l’ammortizzatore sociale utilizzato per continuare a pagare gli stipendi dei lavoratori lasciati a casa o che lavorano a orario ridotto a causa della crisi, è stata prorogata fino al 21 marzo 2021. Possono usufruirne le imprese che hanno finito le settimane di cassa integrazione già messe a disposizione e quelle interessate dalle ultime chiusure. Sono gratuite per le imprese.

Blocco Licenziamenti
È stato prorogato il blocco dei licenziamenti fino a fine marzo 2021.

Sospensione Contributi Previdenziali per il Personale
A eccezione del settore agricolo, i datori di lavoro le cui attività sono state sospese o ridotte sono esonerate dal versamento dei contributi per i dipendenti fino a un massimo di 4 mesi, entro il 31 maggio 2021. Se il fatturato è calato di più del 20%, l’esonero è totale. Se la perdita è inferiore, l’esonero vale per metà dei contributi.

Credito di Imposta sugli Affitti
È stata prorogata per i mesi di ottobre, novembre e dicembre la misura contenuta nel decreto rilancio che garantiva alle imprese uno sconto sulle imposte pari al 60% dei canoni di affitto degli immobili a uso non abitativo e del 30% dei canoni per affitto d’azienda, per le attività relative ai codici ATECO della precedente tabella e sempre che si registri almeno il 50% del fatturato nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020 rispetto agli stessi mesi del 2019.

IMU
Per proprietari di immobili che sono anche gestori delle attività che vi hanno luogo, anche la seconda rata IMU è stata cancellata, per le imprese interessate dalle limitazioni.

Cerchiamo di sfruttare i punti di disponibilità e margini di operatività che ancora rimangono e cerchiamo di cogliere ogni possibile aiuto e opportunità.

Buona ripresa a tutti!…

Conclusione

Nel momento in cui andiamo in pubblicazione sta per essere ufficializzato (dpcm 6 novembre 2020) un lockdown per aree, decretando la chiusura di bar e ristoranti per le fasce rossa e arancione. Tieniti in contatto, per gli aggiornamenti in real time. Hai usufruito di qualche incentivo? Vuoi segnalarci iniziative territoriali che potrebbero essere utili anche ai tuoi colleghi? Hai bisogno di informazioni aggiuntive? Siamo a tua completa disposizione.

La nostra rassegna di incontri e interviste, per confrontarci con le diverse esperienze e strategie da adottare nel post Covid-19, è tornata ogni giovedì. Se lo preferisci, iscriviti e segui la nostra newsletter settimanale.

Consulta gli eventi del nuovo Digital Food Marketing Lab, percorsi di formazione verticali e immersivi, ora online.

Nasce → DFMLab Academy Online

Online, un ciclo di giornate formative dedicate alle nuove opportunità del digitale e sociale per Food e Ristorazione. Il coronavirus ci ha “sfrattati“ dai luoghi d’incontro fisici ma… Noi ci siamo trasferiti online con giornate di lezione, simulazioni, esercizi e tanto coaching.

Progettato da Muse Comunicazione per Food Makers e Operatori dell’Accoglienza, coordinato da Nicoletta Polliotto.

I migliori specialisti del settore ti aspettano per affrontare tematiche verticali in Full Immersion Day, su piattaforma online, comodamente collegato da casa.

Eventi Librari e Seminari in Italia

Incontraci per discutere vis-à-vis di temi contenuti nel libro. Consulta gli eventi sulla pagina Facebook oppure contattaci per una presenza anche nella tua città.

SEMINARI E LEZIONI ONLINE

Digital Food Marketing and Communication [Corso Gambero Rosso]* Online, 2-6 novembre 2020 h. 09:00-13:00

EVENTI ONLINE

Pensieri Balenghi [VideoLezioni].
Le video lezioni in pillole ora anche su YouTube, ogni Mercoledì h.11:00, in replica ogni giorno in mattinata sulla pagina Facebook di Muse Comunicazione.

Prossimi eventi: in definizione…

a cura di

Nicoletta Polliotto

Chef di Cucina per Muse Comunicazione®, Web Media Agency specializzata in analisi, pianificazione e realizzazione di progetti di promozione on-line per il Food&Wine, il Turismo e le PMI.

Seguimi su → twitter facebook google+

Articoli che potrebbero interessarti:

Bonus Ristoranti: Dal Fondo Perduto Governativo al Km Zero in Lazio

Analizziamo le iniziative a sostegno della ristorazione, per bilanciare i provvedimenti necessari...

Bonus Ristoranti e Incentivi per il Rilancio Post Covid-19

COVID-19 è un acronimo che non dimenticheremo con facilità. Simbolo di un evento senza precedenti...

Primi Passi: Migrare da Profilo Facebook a Pagina Aziendale

Benvenuti al nostro consueto appuntamento con Social a Tavola. Oggi concludiamo il primo ciclo della...
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments